SPEDIZIONE PRODOTTI FRESCHI: CONSIGLI PER L’IMBALLAGGIO

 

Per la spedizione di prodotti deperibili e al contempo delicati, è importante scegliere un sistema di imballaggio che utilizzi contenitori in materiale isolante espanso (es. polistirolo o materiale analogo), riciclabili e che presentino uno spessore compreso tre i 4 e i 6 cm. Questi dovranno essere termostatati per mezzo di ghiaccio secco o gel refrigerante in quantità adeguate a preservare la qualità dei prodotti per tutta la durata del trasporto.

 

GEL REFRIGERANTI

 

I gel refrigeranti assicurano il mantenimento della catena del freddo durante la manipolazione, lo stoccaggio e il trasporto dei prodotti deperibili (es. alimenti freschi, surgelati) e in generale per tutte le merci soggette alle direttive (Decreto Legislativo 26 maggio 1997, n. 155 J "Attuazione delle direttive 93/43/CEE e 96/3/CE concernenti l’igiene dei prodotti alimentari"). Atossici e di semplice uso, possono essere riutilizzati numerose volte prima di essere smaltiti come rifiuti urbani al termine del loro ciclo. I gel sono disponibili in due versioni:

-Fresh Gel: per temperature da 0° (merci fresche)

-Freeze Gel: per temperature da –20° (merci surgelate)

Le caratteristiche del prodotto sono:

• costi contenuti

• compatibilità con prodotti alimentari (Decreto Legislativo 26 maggio 1997, n. 155 J "Attuazione delle direttive 93/43/CEE e 96/3/CE concernenti l’igiene dei prodotti alimentari")

• ingombro limitato

• manipolazione semplice e sicura

• riutilizzo

 

Come si utilizza:

Le confezioni di gel vengono riposte in celle frigo e congelate. All’occorrenza, vengono prelevate dalle stesse e sistemate insieme ai prodotti nelle confezioni da sigillare e spedire. Il gel refrigerante può essere conservato in qualsiasi freezer. Il tempo di congelamento può variare da 1 a 3 ore in base alla temperatura del congelatore. Una volta scongelato, il prodotto può essere utilizzato infinite volte.

 

Dosaggio

Le presenti istruzioni servono a identificare il corretto dosaggio e la corretta modalità di attivazione dei panetti refrigeranti che devono essere inseriti negli imballi DHL ideati per il trasporto di alimentari. Per un corretto dosaggio dei panetti refrigeranti, potete utilizzare come riferimento le seguenti tabelle indicative, che incrociano i tempi di resa (differenti in base alla destinazione), con la fascia di temperatura richiesta. Le tabelle sono differenziate per la stagione estiva e quella invernale. Le tabelle fanno riferimento a panetti refrigeranti da 500 gr. Nel caso in cui si vogliano utilizzare panetti da 250 gr. è sufficiente raddoppiare i quantitativi.

 

 

GHIACCIO SECCO

 

Il ghiaccio secco è costituito da anidride carbonica (CO2) allo stato solido. Disponibile in blocchi o palline, presenta una temperatura di superficie di J78° C e va movimentato con estrema cura.

Caratteristiche:

• elevato potere refrigerante J pari a 150 kcal/kg, quasi il doppio rispetto a quello del ghiaccio naturale J che permette di mantenere basse temperature assorbendo il calore dell’ambiente esterno;

• le quantità inutilizzate svaniscono per sublimazione. Per evitare che ciò si traduca in uno spreco del prodotto, il ghiaccio deve essere trasportato e stoccato in contenitori speciali ad alto isolamento;

• durante il passaggio dallo stato solido a quello gassoso, l’anidride carbonica esercita un’azione batteriostatica e fungistatica, rallentando la proliferazione microbica;

• capacità di non lasciare alcun residuo. L’anidride carbonica, in quanto gas secco, tende ad abbattere il contenuto di umidità nell’ambiente senza lasciare alcuna traccia liquida sugli alimenti.

 

Dosaggio